La manifattura Roger Dubuis si muove con facilità e disinvoltura tra creazioni all’avanguardia per design e tecnica a soluzioni più classiche, anche se sempre estremamente innovative.

Di quest’ultimo filone è dunque un esempio la collezione Excalibur Knights of the Round Table.

Quest’anno è arrivata a presentare il quarto segnatempo della serie.

Un classico di Roger Dubuis

Come nei tre precedenti modelli, quindi, anche questo segnatempo di Roger Dubuis offre l’interpretazione che la manifattura ginevrina dà della leggenda di Excalibur, la spada di re Artù, unendo artigianalità, materiali preziosi e tecnologia.

Roger Dubuis

L’orologio è infatti mosso dal calibro a carica automatica RD821 racchiuso in una cassa da 45 mm in oro rosa massiccio.

Il segnatempo è inoltre caratterizzato dalla finitura manuale di ciascun componente del movimento secondo i criteri del Punzone di Ginevra.

Quadrante o opera d’arte?

Ciò che rende unico l’orologio, però è ancora una volta il quadrante. Su di esso campeggiano infatti i 12 cavalieri della Tavola Rotonda – uno per ogni ora -, realizzati con una tecnica all’avanguardia detta “low poly”.

Essa prevede l’utilizzo di facce poligonali per creare sculture o dipinti, coniugando espressività contemporanea e tradizione antica. I cavalieri, alti 6,5 mm, sono fusi in oro rosa, e interamente scolpiti, incisi e rifiniti a mano.

La realizzazione del quadrante richiede perciò 45 giorni di lavoro da parte degli artigiani della manifattura ginevrina.

Con i suoi guerrieri, l’orologio Excalibur Knights of the Round Table IV di Roger Dubuis, tributo contemporaneo alla mitica isola di Avalon è prodotto in un’edizione limitata di soli 28 pezzi.

In bilico tra avanguardia e tradizione

Con la sua vocazione di innovatore seriale, Roger Dubuis è il maestro di un’orologeria estremamente evoluta, come dimostrano i suoi orologi audaci ed espressivi, dei quali l’Excalibur Knights of the Round Table è solo l’ultimo esempio

Dotato di una creatività esuberante, Roger Dubuis rimane comunque sempre rispettoso della tradizione e, al contempo, in grado di offrire alternative sorprendenti nel settore.