Se l’immagine di Panerai è stata per decenni quella di orologi maschi, dal forte carattere militare e delle dimensioni più che generose, la Maison ha svoltato quando ha presentato i primi Luminor Due.

Piccolo è meglio

Il segnatempo, infatti, pur mantenendo gli stilemi classici del mondo Panerai – dal quadrante a sandwich al ponte proteggi-corona – prova ad adattarsi ai gusti più moderni con casse da 38 e 42 mm.

PaneraiProva ne sono, in primis, le dimensioni più ridotte del quadrante e la cassa più sottile, studiate anche per incontrare polsi femminili, che non sono mai stati terreno di caccia per la Maison fiorentina.

Ancora più Panerai

Anche le ultime sei referenze presentate dal brand sul finire del mese di agosto vanno in questa direzione, abbinando alle classiche linee del Luminor Due nuovi materiali e nuovi abbinamenti cromatici.

Si tratta, da un lato, di tre nuove referenze accomunate dal titanio satinato della cassa e dal blu a finitura satiné soleil del quadrante; dall’altro, di tre rinnovati modelli dal carattere eclettico.

Tre più tre

I primi tre segnatempo sono dunque:

  • un Luminor Due 38 mm per la prima volta in titanio;
  • Luminor Due 42 mm primo nella sua classe dimensionale ad associare una cassa in titanio e un movimento meccanico automatico;
  • un Luminor Due GMT Power Reserve – 45 mm, il primo di Panerai con cassa di queste dimensioni a essere dotato di un cinturino intercambiabile con sistema Quick Release.

Più eclettiche, invece, le altre tre nuove referenze del Luminor Due di Panerai nelle misure di 38 e 42 mm ed elaborate con cassa in acciaio inossidabile o in Goldtech.

Gli orologi sono caratterizzati da una revisione radicale della grafica dei quadranti interpretati con indici e numeri arabi stampati ma pienamente rispondenti a livello di linguaggio visivo all’iconografia del brand.Panerai

In sostanza, dunque, con queste nuove referenze il Luminor Due si carica di nuovi contenuti, acquisendo una più marcata identità che lo mantiene nel solco della tradizione.