Uno dei metalli più rari e preziosi con il quale creare orologi indimenticabili è il platino, che ha dato vita ad alcuni dei segnatempo più belli della storia.

Questi tipi di orologi sono dunque creati con una lega in platino pura al 95%, una percentuale notevolmente superiore al 75% utilizzato per gli esemplari in oro giallo, rosa o bianco.

Una caratteristica che fa quindi sì che i modelli in platino siano sempre estremamente ricercati.

Metallo raro

Oltre alla maggiore purezza, che rende ancor più desiderabile un orologio in platino, è necessario considerare anche le difficoltà che si incontrano nella sua realizzazione.

A partire dal quantitativo disponibile di platino: attualmente nel mondo, infatti, se ne estrae solo un terzo rispetto all’oro.

Inoltre, da 10 tonnellate di materiale grezzo circa si ottengono soltanto 30 grammi di platino puro.

Successivamente, rispetto a uno stesso modello in oro, è necessario circa il 40% di platino grezzo in più, visti i suoi 950 millesimi di purezza di cui abbiamo parlato prima.

Lavorazione complessa

Inoltre, anche la stessa lavorazione dei materiali rappresenta un punto discriminante, perché il platino risulta essere più ostico rispetto agli altri metalli.

Questo è dovuto al suo più alto punto di fusione e al fatto che può essere contaminato se non vengono seguite le giuste procedure.

Il platino, perciò, è raro, raffinato, resistente ed estremamente desiderabile, così come gli orologi che con lui vengono creati.

Tra questi ne abbiamo scelti 4 che hanno fatto reso il metallo un’eccellenza nel mondo delle lancette, sia per la ricercatezza della loro estetica sia per quella della meccanica.