La complicazione dei cronografi è senza dubbio una delle più semplici ma anche delle più affascinanti che si possono trovare in orologeria.

Inoltre, sono spesso tra i pezzi più ambiti dai collezionisti, che cercano referenze rare, realizzate con materiali preziosi e spesso per rivenditori celebri.

Una lunga storia

All’inizio della loro storia, i cronografi erano essenzialmente da tasca e passarono al polso all’inizio del secolo scorso.

Si pensa che il primo cronografo a passare al polso sia stato un monopulsante, realizzato da Longines oltre 100 anni fa, nel 1913.

Due anni dopo, nel 1915, Gaston Breitling realizzò il primo cronografo con un pulsante separato, posto sopra la corona di carica e deputato ad attivare le funzioni del cronografo stesso.

Fu poi il figlio di Gaston, Willy, a introdurre nei cronografi il terzo pulsante a ore 4 per resettare la lancetta del crono, dando il via definitivo all’estetica dei due pulsanti più la corona.