Hamilton, un sogno tra volo e cinema

Hamilton, un sogno tra volo e cinema – VIDEO

Condizioni estreme

Per tre giorni, una squadra internazionale composta da europei, sudafricani e namibiani, ha lavorato con varie telecamere per catturare le sequenze.

L’azione è stata registrata da una squadra in elicottero, da una non a bordo e da telecamere montate sulla fusoliera.

Le sfide che Costa ha dovuto affrontare durante le riprese sono state numerose, prima tra tutte la bassa densità dell’aria.

Essa cambiava infatti l’aerodinamica e riduceva le prestazioni del motore, rendendo l’avventura mentalmente e fisicamente durissima per il pilota Hamilton.

Inoltre, il volo stabile era incredibilmente difficile, anche perché mai nessuno prima aveva volato su un aereo acrobatico così vicino a queste dune, a una velocità di oltre 370 km/h.

Il team ha utilizzato un aeroplano completamente nero, appositamente modificato per le riprese.

Il rivestimento nero opaco ha fatto sì che la temperatura all’interno del velivolo fosse estremamente elevata.

Inoltre, in aggiunta alle temperature esterne di 40°C, la squadra ha dovuto fare i conti con venti forti, sabbia e nebbia proveniente dal mare, visibilità ridotta e condizioni quasi proibitive per il volo.

Hamilton